Mandrino Hsk40

Previous Image
Next Image

info heading

info content


Qui sopra sono state riportate le caratteristiche di potenza e coppia. Grazie alla protezione ad immagine termica del mandrino, è possibile un sovraccarico della potenza erogata anche del 100% per una durata di tempo limitata. Quindi il limite della potenza erogabile non va interpretato come un limite di punta, ma come il limite di potenza media erogata.

I cuscinetti impiegati sono di tipo ibrido, vale a dire anelli in acciaio e sfere in materiale ceramico.

Dato il valore elevato di ndm (*) pari a 1.920.000 è stata prevista la lubrificazione minimale dei cuscinetti.

Questo elettromandrino è realizzato da noi e questo allo scopo di avere una durata media effettiva “sul campo” superiore alle 15.000 ore di utilizzazione. Quando una riparazione si renderà necessaria interverremo direttamente con tempi e costi particolarmente ridotti.

Maschiatura rigida
Su questo mandrino è possibile montare utensili a maschiare direttamente sulla pinza del portautensile. Il Controllo Numerico provvederà infatti a sincronizzare il movimento della discesa dell’asse Z, tenendo conto sia del numero di giri programmato che del passo del maschio montato, per eseguire la maschiatura richiesta.

Raffreddamento dell’utensile dall’interno dell’asse mandrino
Si tratta di una prestazione particolarmente importante la cui realizzazione non ha comportato una riduzione del numero max di giri che questo mandrino può avere. Quando è presente quest’opzione, viene aggiunta una pompa acqua specifica unita ad un sistema di filtraggio del liquido di raffreddamento particolarmente curato (impurità max 0.01 mm).

(*) ndm (fattore velocità) = numero giri al minuto x diametro medio cuscinetto in mm